Domenica, 22 Aprile 2018 07:51

FIT: DOPO LE PRIME VITTORIE ECCO TUTTE LE CATEGORIE DI RICORSI AVANZATI DALLO STUDIO E I RICORSI STRAORDINARI

Pubblicato in Precari della scuola

E' ancora possibile aderire al ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica per la partecipazione alla fase transitoria del FIT come da istruzioni al link http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1744-fit-aperte-le-adesioni-al-ricorso

Dopo essere stati i primi ad ottenere i provvedimenti favorevoli da parte del TAR del Lazio per la partecipazione alla fase transitoria del FIT per ITP, abilitati all’estero e dottori di ricerca i legali dello Studio Avv. Michele Bonetti e Santi Delia hanno provveduto ad inoltrare anche tutte le altre azioni.

Lo Studio ha prestato la massima attenzione alle singole posizioni dei ricorrenti dei quali, di volta in volta, sono stati analizzati gli specifici requisiti al fine di strutturare ogni ricorso collettivo in maniera più aderente e consona alle peculiarità di ogni singola tipologia.

Più precisamente sono stati redatti ricorsi per le seguenti categorie di aspiranti al concorso c.d. semplificato:

1. Insegnanti abilitati all’estero dopo il 31 maggio 2017 ma entro la data di presentazione della domanda di partecipazione alla fase transitoria.

2. Insegnanti abilitati con titolo valido all’insegnamento e che si specializzeranno sul sostegno all’estero entro il 30 giugno 2018.

3. Insegnanti abilitati con titolo valido all’insegnamento e che si sono specializzati sul sostegno all’estero dopo il 31 maggio 2017.

4. Insegnanti abilitati all’estero con titolo valido all’insegnamento e che si specializzeranno sul sostegno all’estero entro il 30 giugno 2018.

5. Insegnanti abilitati all’estero con titolo valido all’insegnamento e che si sono specializzati sul sostegno all’estero dopo il 31 maggio 2017.

6. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti in II fascia delle graduatorie d’istituto, in via di autotutela da parte della P.A., in data posteriore al 31 maggio 2017 e che hanno conseguito il titolo entro il 1998.

7. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti in II fascia delle graduatorie d’istituto, in via di autotutela da parte della P.A., in data posteriore al 31 maggio 2017 e che hanno conseguito il titolo dopo il 1998.

8. Insegnanti in possesso di diploma ITP, con ricorso pendente, inseriti in II fascia delle graduatorie d’istituto in data posteriore al 31 maggio 2017 e che hanno conseguito il titolo prima del 1998.

9. Insegnanti in possesso di diploma ITP, con ricorso pendente, inseriti in II fascia delle graduatorie d’istituto in data posteriore al 31 maggio 2017 e che hanno conseguito il titolo dopo il 1998.

10. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti in III fascia delle graduatorie d’istituto e che hanno conseguito il titolo entro il 1998.

11. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti in III fascia delle graduatorie d’istituto e che hanno conseguito il titolo dopo il 1998.

12. Insegnanti in possesso di diploma ITP mai inseriti nelle graduatorie d’istituto e che hanno conseguito il titolo entro il 1998.

13. Insegnanti in possesso di diploma ITP mai inseriti nelle graduatorie d’istituto e che hanno conseguito il titolo dopo il 1998.

14. Insegnanti in possesso di diploma ITP valido per l’insegnamento per la classe di concorso A66.

15. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti, a seguito di ricorso pendente dinanzi al G.A., nelle graduatorie ad esaurimento e che hanno conseguito il titolo dopo il 1998.

16. Insegnanti in possesso di diploma ITP inseriti, a seguito di ricorso pendente dinanzi al G.A., nelle graduatorie ad esaurimento e che hanno conseguito il titolo entro il 1998.

17. Insegnanti in possesso di diploma ISEF prima della riforma.

18. Insegnanti che aspirano a partecipare alla procedura concorsuale per la classe di concorso A23, di nuova indizione, per la quale non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

19. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato entro il 2000, che ambiscono a partecipare alle procedure concorsuali per le classi di concorso A55, A53, A63, A64, di nuova indizione, per le quali non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

20. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato entro il 2000 e con servizio specifico nei Licei Musicali, che ambiscono a partecipare alle procedure concorsuali per le classi di concorso A55, A53, A63, A64, di nuova indizione, per le quali non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

21. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato entro il 2000 senza servizio specifico nei Licei Musicali, che ambiscono a partecipare alle procedure concorsuali per le classi di concorso A55, A53, A63, A64, di nuova indizione, per le quali non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

22. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato dopo il 2000 con servizio specifico nei Licei Musicali, che ambiscono a partecipare alle procedure concorsuali per le classi di concorso A55, A53, A63, A64, di nuova indizione, per le quali non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

23. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato dopo il 2000 senza servizio specifico nei Licei Musicali, che ambiscono a partecipare alle procedure concorsuali per le classi di concorso A55, A53, A63, A64, di nuova indizione, per le quali non è mai stata avviata alcuna procedura abilitante.

24. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato entro il 2000.

25. Insegnanti in possesso di titolo A.F.A.M. conseguito o con percorso avviato dopo il 2000.

26. Insegnanti specializzandi sul sostegno in Italia senza abilitazione sottesa e specializzati su altro grado di scuola che hanno avuto accesso alle prove del TFA, superandole, a seguito di ricorso e che stanno conseguendo il titolo con riserva processuale.

27. Insegnanti specializzandi sul sostegno in Italia già abilitati e specializzati su altro grado di scuola che hanno avuto accesso alle prove del TFA, superandole, a seguito di ricorso e che stanno conseguendo il titolo con riserva processuale.

28. Insegnanti specializzandi sul sostegno in Italia ma non abilitati che hanno avuto accesso alle prove del TFA, superandole, a seguito di ricorso e che stanno conseguendo il titolo con riserva processuale.

29. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca che avevano superato le prove del concorso docenti del 2016.

30. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca con servizio.

31. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca senza servizio.

32. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca in possesso di 24 CFU.

33. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca conseguito prima del 31 maggio 2017.

34. Insegnanti in possesso di Dottorato di ricerca conseguito dopo il 31 maggio 2017.

35. Insegnanti in possesso di Abilitazione Scientifica Nazionale.

36. Insegnanti in possesso di Abilitazione Scientifica Nazionale già iscritti in III fascia con servizio.

37. Insegnanti in possesso di Abilitazione Scientifica Nazionale già iscritti in III fascia senza servizio.

38. Insegnanti in possesso di Abilitazione Scientifica Nazionale già iscritti in III fascia con servizio e con Dottorato di ricerca.

Tutti i suddetti ricorsi sono stati presentati dinanzi al TAR del Lazio e i termini per l’adesione a tale azione sono ormai spirati. Il nostro Studio Legale, tuttavia, continua la battaglia per consentire agli insegnanti illegittimamente esclusi dalla procedura concorsuale di prendervi parte e sarà possibile ancora aderire al ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica come da istruzioni al link http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1744-fit-aperte-le-adesioni-al-ricorso

Visite oggi 706

Visite Globali 2629371