Sabato, 02 Settembre 2017 11:07

CORSO VICE ISPETTORI DELLA POLIZIA DI STATO PARTONO I RICORSI AVVERSO IL MANCATO RICONOSCIMENTO DELL’INDENNITA’ DI MISSIONE E PER LA RETRODATAZIONE DELLA DECORRENZA DELLA QUALIFICA.

Pubblicato in Lavoro

In merito ai vincitori del concorso per vice ispettori della Polizia di Stato, inizialmente 1400 e successivamente aumentati a 1874, i quali si apprestano alla partecipazione al 9° corso di formazione, con una serie di  note Ministero dell’interno ha precisato quanto segue.

Sul tema del trattamento economico dei frequentatori del 9° Corso per Vice Ispettori della Polizia di Stato, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha formalmente disposto che ai suddetti corsisti non verrà riconosciuto il trattamento di missione ai sensi della L. 86/200, ma verranno invece posti in aspettativa speciale ex art. 28 della L. 668/86.

Le note del Ministero non contemplano il contenuto precettivo dell’art. 668/1986; è illogica poiché trattasi di un concorso interno, non già pubblico, ed è irragionevole poiché inquadra la promozione ad una qualifica superiore come novazione del rapporto di lavoro.

Il concorso di cui trattasi si svolto attraverso una procedura lunghissima, nonostante ciò, non è stata nemmeno riconosciuta, ad oggi, la retrodatazione della decorrenza della qualifica.

Abbiamo deciso di promuovere due distinte azioni legali in collaborazione con ANIP Italia Sicura volta a tutelare i diritti dei vincitori del concorso, una per il riconoscimento dell’indennità di missione e l’altra per la retrodatazione della decorrenza della qualifica.

Di seguito le istruzioni per aderire alle azioni legali.

DI CHE RICORSI SI TRATTA?

Concorso Interno, per 1400 (successivamente aumentati a 1874) posti per l’accesso al corso di formazione per la nomina alla qualifica di vice ispettore della Polizia di Stato, indetto con d.m. del 24 settembre 2014.

Il Ministero dell’interno con una serie di note ha stabilito che i suddetti corsisti verranno posti in aspettativa speciale per tutta la durata del corso.

Ad oggi le note risultano illogiche e prive di motivazioni pertanto riteniamo opportuno promuovere un'azione collettiva volta a dichiarare l'illegittimità dei predetti provvedimenti.

I ricorsi sono due uno avverso il mancato riconoscimento dell’indennità da missione e l’altro per la retrodatazione della decorrenza della qualifica

PERCHE' ADERIRE?

Si ritiene che sussistano sufficienti elementi per poter proporre azioni collettive che, attraverso l’esperimento di una misura cautelare d’urgenza, dichiarino l'illegittimità del provvedimento con il quale il Ministero metterà in aspettativa speciale i corsisti.

AUTORITA' ADITA

Le azioni, ordinarie o straordinarie saranno rivolte al TAR o al PDR.

SCADENZA TERMINI DI ADESIONE

Le adesioni alle condizioni economiche indicate scadono il 26/09/2017.

COME ADERIRE

Le azioni legali da poter avanzare sono due:

1. Ricorso avverso il mancato riconoscimento dell’indennità da missione.

2. Ricorso per la retrodatazione della qualifica.

Il costo per entrambe le azioni legali è gratuito per gli associati ANIP ITALIA SICURA . Invece sarà pari a 50,00 € per i non associati che vogliono avviare una sola azione legale ed euro

80,00 per chi vuole proporre entrambi i ricorsi. La quota prevede la difesa per tutta la fase cautelare e il primo grado di entrambi i giudizi.

1. Scaricare la procura allegata in fondo alla pagina (ATTENZIONE SE SI DESIDERA ADERIRE A ENTRAMBI I RICORSI SI DEVONO SCARICARE DUE PROCURE).

2. Stampare una procura, compilarla e firmarla  in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna ATTENZIONE SE SI DESIDERA ADERIRE A ENTRAMBI I RICORSI SI DEVONO STAMPARE DUE PROCURE) .

3. Effettuare il pagamento di euro 50,00 o di euro 80,00 dipendentemente dal numero di ricorsi

alle coordinate allegate.

In alternativa per la quota di partecipazione è possibile rivolgersi DIRETTAMENTE ai referenti ANIP così come per la consegna della documentazione.

4. Scaricare e compilare l'informativa sul CORSO VICE ISPETTORI POLIZIA DI STATO

allegata in fondo alla pagina.

5. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all'indirizzo Studio Legale Avv.

Michele Bonetti e Santi Delia, Via San Tommaso d'Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti

documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- Copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire

il vostro nome, cognome e la dicitura " CORSO VICE ISPETTORI POLIZIA DI STATO ").

Sulla busta deve essere apposta la scritta “CORSO VICE ISPETTORI POLIZIA DI STATO” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

6. Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “CORSO VICE ISPETTORI POLIZIA DI STATO”.

Sia gli iscritti ANIP sia i non iscritti potranno consegnare La documentazione ivi compresa la quota di partecipazione ai referenti del sindacato.

7. Per ricevere le comunicazioni Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

8. Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 26 settembre 2017 (data

di ricezione della raccomandata a.r.).

ATTENZIONE: lo studio legale comunicherà con tutti i ricorrenti principalmente a mezzo e-mail.

Nel Vostro interesse, pertanto, si prega di prestare particolare attenzione nell’inserimento dell’indirizzo e-mail e di non richiedere variazioni successive. La carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio busta tramite mail pec. Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che nelle modalità indicate anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre- configurate o firme digitali.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI, ANCHE IN IPOTESI DI CORRETTEZZA DELLA PROCEDURA SEGUITA, L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI CHE VERRA' COMUNICATA ESCLUSIVAMENTE VIA MAIL.

Visite oggi 1373

Visite Globali 2161173