Giovedì, 31 Luglio 2008 14:21

La campagna per la felicita'

La campagna per la felicità è la campagna più importante di tutte le nostre battaglie per due ragioni.
La prima ragione è che con "campagna per la felicità"  intendiamo riferirci a tutte quelle azioni giudiziali ed extragiudiziali che lo studio realizza allo scopo di garantire i propri associati non solo nel caso di lesione di diritti od interessi legittimi "basilari" ma anche per promuovere e favorire il riconoscimento di nuovi diritti nella, per noi non utopistica convinzione, che l'ordinamento dovrebbe garantire il benessere più totale di tutti i cittadini".
La seconda ragione risiede nel fatto che "la campagna per la felicità" proprio perchè si sostanzia in azioni diverse e perchè tende a raggiungere l'obiettivo di una società ideale ove l'individuo sia pienamente tutelato in tutti gli aspetti che che concernono la sua personalità, non conosce soluzioni di continuità ed è costantemente presente nell'agenda del nostro studio. Come osserva Sander Tideman, economista olandese "La nostra cultura occidentale ha definito il ben-essere e la stessa ragione di vivere, in termini puramente materiali. Noi abbiamo bisogno di un modello che abbracci la totalità della vita, che si basi cioè sulla realtà immateriale includendo le emozioni, i sentimenti, l'acqua, la terra, la luce del sole, tutti quei valori più delicati che non fanno la loro comparsa negli attuali modelli economici". Sarebbe opportuno passare, come hanno fatto nel Buthan, dal concetto di PIL (Prodotto Interno Lordo) a quello di FIL (Felicità Interna Lorda) abbandonando i classici indicatori di sviluppo basati solo ed esclusivamente su criteri di produzione materiale.

Visite oggi 306

Visite Globali 2867571